Principio del riscaldamento a induzione elettromagnetica

Principio del riscaldamento a induzione elettromagnetica

Nel 1831 Michael Faraday scoprì il riscaldamento a induzione elettromagnetica. La base principio del riscaldamento a induzione è una forma applicata della scoperta di Faraday. Il fatto è che la corrente alternata che scorre attraverso un circuito influenza il movimento magnetico di un circuito secondario situato vicino ad esso. La fluttuazione della corrente all'interno del circuito primario ha fornito la risposta su come la misteriosa corrente viene generata nel circuito secondario vicino. La scoperta di Faraday ha portato allo sviluppo di motori elettrici, generatori, trasformatori e dispositivi di comunicazione wireless. La sua applicazione, tuttavia, non è stata impeccabile. La perdita di calore, che si verifica durante il processo di riscaldamento a induzione, era un grave mal di testa che minava la funzionalità generale di un sistema. I ricercatori hanno cercato di ridurre al minimo la perdita di calore laminando i telai magnetici posti all'interno del motore o del trasformatore.
La perdita di calore, che si verifica nel processo di induzione elettromagnetica, potrebbe essere trasformata in energia termica produttiva in un sistema di riscaldamento elettrico applicando questa legge. Molte industrie hanno beneficiato di questa nuova svolta implementando il riscaldamento a induzione.